Un'Isola di Plastica

C'è un'isola di plastica in mezzo all'oceano Pacifico. Anzi due. Anzi di isole di plastica ce ne sono di più: due nell'Atlantico, una nell'Oceano Pacifico e una anche nel Mare Nostrum, il Mediterraneo. Ma l'isola in verità non c'è. O meglio, c'è ma non si vede. Non sempre almeno. Sembra una sciarada, o una leggenda metropolitana, oppure un fake buono per Youtube. Invece è tutto vero.

Stiamo parlando di agglomerati galleggianti - isole appunto - composti da miliardi e miliardi di microscopici frammenti plastica, messi insieme dal gioco delle correnti che circolano intorno al globo, e provocati dagli oltre cento milioni di tonnellate di plastica prodotte ogni anno nel mondo, di cui dieci milioni finiscono direttamente in mare. Una massa spaventosa - 50 anni di rifiuti plastici - che sta letteralmente soffocando i mari, uccidendo migliaia e migliaia di specie animali ogni anno.


Ma non c'è solo la plastica ad avvelenare i mari, compreso il nostro. Ci sono anche il mercurio, le scorie nucleari, le armi chimiche e il tritolo degli esplosivi militari. Mai come negli ultimi due secoli l'uomo ha usato il mare come un'immensa pattumiera, e il risultato è che i mari - nonostante le loro sorprendenti capacità adattative, ma in parte anche a causa di queste - stanno morendo, lasciandoci tutti privi di una grande, insostituibile risorsa.

Sito realizzato da Trovò Giacomo e De Paula Bruno